In un tempo in cui le correnti spirituali e religioni si diramano sempre più, la scienza sembrerebbe una terra di mezzo, come un osservatore neutro. Ma siamo sicuri che sia davvero così?

Negli ultimi anni ho notato che La Scienza viene sempre più spesso nominata con l’articolo determinativo (come a riferirsi ad un’entità immateriale, stile divinità). Sembrerebbe solo una semplice trasformazione grammaticale, ma il linguaggio di per sé è un modo di astrarre realtà concrete ed è tutto fuorché casuale. Il movimento scientifico dall’Illuminismo ad oggi è cresciuto sempre più e sembra che gli scienziati hanno un ruolo così forte nel determinare cosa è vero e cosa non lo è che ci si domanda se siamo di fronte a un ricercatore o ad un sacerdote. .
La cosa si fa ancora più interessante quando osserviamo che questa divinità-Scienza ha tanti suoi “figli accademici”, ad esempio la psicologia, la fisica, la biologia, la medicina, ecc…
Molti le chiamano materie scientifiche, pensando che siano semplicemente ambiti della conoscenza, ma senza che ce ne accorgiamo stanno prendendo vita autonoma.
Quando ci imbattiamo in frasi come “la psicologia ha detto che…” non ci viene spontaneamente il ricordo di frasi come “Dio ha detto che…”?
L’atteggiamento sembra lo stesso e da questo dovrebbero nascere alcune riflessioni.
Non è di per sé assurdo che un metodo scientifico che mira a epurare il mondo dalle superstizioni e dall’ignoranza, inizi ad adottare dei linguaggi “religiosi”?
Quello della divinizzazione delle facoltà umane e naturali, in modo da oggettivarle e rendere possibile un dialogo è a mio avviso un processo del tutto naturale.
Fecero ad esempio così i politeismi con le varie divinità della guerra, dell’amore e via dicendo.
Di per sé il processo non comporterebbe problemi ma notiamo che spesso i “sacerdoti” scientisti e i loro seguaci si stanno muovendo verso un insidioso vicolo cieco.
Non si accorgono (e spesso non vogliono accorgersi) di questo processo di “divinizzazione” che da una parte li fa sentire immuni dagli assolutismi religiosi (del tipo “il mio Dio è l’unico vero, gli altri sono falsi”) ma che dall’altro li fa comportare esattamente nello stesso modo, facendoli sentire portatori di verità assolute.
Fortunatamente questo fenomeno non coinvolge il movimento scientifico nella sua interezza; ricercatori consapevoli della relatività delle loro scoperte e aperti al dialogo con altre forme di conoscenza (come ad esempio quella filosofico-mistica) sono sempre presenti.
L’importante è rimanere consapevoli dei processi che si scatenano quando ricerchiamo le nostre verità così da non incorrere in pericolosi fraintendimenti.

Nella foto vediamo un accenno di tutto questo in chiave ironica e simbolica: un cartone che ha come protagonisti i capostipiti della scienza in versione supereroi!

 

Personalmente mi ha fatto riflettere sul fatto che il processo è senza dubbio in atto ma fino a quando qualcuno ci scherzerà sopra non siamo del tutto inconsapevoli di quello che accade.

 

di: Felice Reggimenti

Avatar

0 Commenti

Commenta

Calendario Eventi

<< Set 2019 >>
lmmgvsd
26 27 28 29 30 31 1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 1 2 3 4 5 6

Eventi

  • Non ci sono eventi
error: Contenuto protetto!!!