Christian Perenzoni vuole giustizia per Maria Bertoletti Toldini che è stata giudicata colpevole per insufficienza di prove prima che le fosse tagliata la testa e che i suoi resti fossero bruciati

Christian Perenzoni, sindaco di Brentonico, nella provincia alpina del Trentino, vuole rendere giustizia a Maria Bertoletti Toldini, soprannominata Toldina, che è stata riconosciuta colpevole di eresia, sacrilegio, adulterio, sodomia e figlia di cinque anni uccisa in una pentola di formaggio bollente – nella più leggera delle accuse. Ha detto:

“Volevamo rendere giustizia e verità storica e restituire alla donna condannata la sua dignità etica, morale e civile”.

Per fare questo, il consiglio sta chiedendo alla Corte di appello di Trento di riaprire il caso, per fare ammenda per “l’eccesso folclorico intorno alle prove e alle uccisioni delle cosiddette streghe”. L’Italia del Nord è una delle aree con i peggiori record per le prove delle streghe. La persecuzione si estese a nord nel resto d’Europa da questa regione alpina all’inizio del XV secolo.

A un tribunale locale nel 1716, all’età di 60 anni, Bertoletti Toldini fu processata con l’accusa di aver praticato la stregoneria e altri crimini, dall’età di 13 anni.

Il 10 marzo di quell’anno fu dichiarata colpevole e otto giorni dopo fu portato in un parco locale e un boia fu pagato 75 fiorini tedeschi per tagliarle la testa in pubblico di fronte a una grande folla. I suoi resti furono poi bruciati.

Sebbene la maggior parte dei documenti del caso originale siano andati persi nel corso dei secoli, alcuni documenti chiave, inclusi gli argomenti conclusivi dell’avvocato della difesa Giovanni Battista del Pozzo, sono stati recuperati. Ha detto che non c’erano prove per provare la colpevolezza del suo cliente.
Bertoletti Toldini fu inizialmente detenuta per stregoneria, dopo le accuse dei suoi vicini. Fu quindi anche accusata di sacrilegio, adulterio, eresia e sodomia. Ma gli storici locali dicono che sono state le tre accuse di infanticidio, di bambini di età compresa tra due, tre e cinque – con quest’ultimo che si dice sia stato bollito in una vasca di formaggio, cosa che ha fatto infuriare la gente del posto segnando il suo destino.

Il processo d’appello

Se concesso, dovrà tener conto del diverso sistema giuridico carolingio esistente 300 anni fa e dovrebbe anche fare affidamento su prove e indicazioni da parte degli storici.
La morte di Toldini ha seguito un gran numero di processi alle streghe nell’area di Trento. Si diceva che il suo omicidio fosse uno degli ultimi. Sebbene la  caccia alle streghe sia spesso vista come un fenomeno medievale, ha raggiunto il picco in Europa nel 17 ° secolo – il periodo dell’Illuminismo portato da Descartes e Newton. E non furono solo i tribunali ecclesiastici a mandare le donne a bruciare per la stregoneria.
Il processo che condannò Bertoldi Toldini fu condotto in una corte secolare. Tra il 1400 e il 1800, si pensa che fino a 50.000 donne in Europa siano state giustiziate come streghe. L’isterismo generato dai cacciatori di streghe sia protestanti che cattolici era tale, che persino le deboli protezioni legali e il giusto processo del giorno erano spesso vanificati quando una donna era accusata di essere una strega.
L’eminente pensatore protestante, Jean Bodin, “l’Aristotele del 16 ° secolo”, disse che la stregoneria era un reato tanto riprovevole, che gli accusati non meritavano alcun diritto legale. Diceva persino che quelli che difendevano quelli accusati di stregoneria meritavano la stessa punizione delle streghe.
Una malvagia misoginia ha anche informato il pensiero dei cacciatori di streghe; la maggior parte raffigurante gli accusati come depravati, compagni di giochi sessuali di Satana.

Avatar

0 Commenti

Commenta

Calendario Eventi

<< Ott 2019 >>
lmmgvsd
30 1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31 1 2 3

Eventi

  • Non ci sono eventi
error: Contenuto protetto!!!