Il Bardo: Cosa avviene dopo il trapasso? Perché i cosiddetti “morti” sono nove volte più vivi di noi? Questo libro unico ed affascinante risponde ai grandi problemi dell’esistenza.

Il Libro Tibetano dei Morti (Bardo Todol) è conosciuto come Libro dei Morti del Tibet così come il Per-Em-Rà è noto come Libro dei Morti dell’antico Egitto. La parola Bardo significa morte, trapasso. La parola Todol significa liberazione. Infatti questo poema simbolico tibetano, in lingua sanscrita, parla di una tecnica iniziatica per compiere un viaggio interiore e giungere alla liberazione dalla paura della morte. Malgrado la denominazione, quest’opera è scritta per i vivi e non per i morti.

Mario Pincherle nato a Bologna nel 1919. Ha fatto studi classici. Si è laureato in ingegneria e si interessa alla paleotecnologia”. A lui si debbono fondamentali scoperte all’interno del “Tempio del Sole”, la Grande Piramide d’Egitto. Scrive libri di Archeologia. Collabora a riviste di archeologia italiane e straniere, scrive sui Rendiconti dell’Accademia dei Lincei.

 

Libro Tibetano dei Morti - Bardo Todol Libro Tibetano dei Morti – Bardo Todol

Mario PincherleCompralo su il Giardino dei Libri
Avatar

0 Commenti

Commenta

Calendario Eventi

<< Dic 2019 >>
lmmgvsd
25 26 27 28 29 30 1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31 1 2 3 4 5

Eventi

  • Non ci sono eventi
error: Contenuto protetto!!!